Chi siamo

Leader nella produzione di lubrificanti

LE NOSTRE PERFORMANCE NEI LUBRIFICANTI

AxxonOil è un’azienda operante a livello internazionale, leader nella produzione di lubrificanti. Realizziamo prodotti di qualità superiore grazie all’utilizzo delle migliori basi sul mercato e di pacchetti di additivi rigorosamente selezionati e controllati e li distribuiamo in oltre 30 paesi.

Con i nostri brand Xtreme e MonteCarlo, offriamo una gamma di prodotti completa che conta più di 125 riferimenti tra oli per auto, moto, camion, liquidi per trasmissioni e freni, antigelo, oli per impieghi agricoli ed industriali, oli bianchi e grassi.

Siamo anche specializzati nel servizio di private labelling in conto terzi. La combinazione di un’ampia selezione di formule, molteplici opzioni di imballo ed etichette specifiche per il cliente finale offre un numero potenzialmente illimitato di soluzioni.

0
Controlli qualitativi nel 2020
0
Lotti di produzione nel 2020
0
Formule attive

STABILIMENTO PRODUTTIVO

La nostra vocazione commerciale nasce da un’esperienza trentennale nel settore petrolchimico, unita alle potenzialità tecnico-produttive della moderna unità operativa di Benevento.

Il sito produttivo è stato individuato per la sua centralità rispetto alle principali basi di approvvigionamento di materie prime e per l’ottima viabilità stradale e intermodale. Siamo infatti a pochi chilometri da due dei principali porti Italiani, Napoli e Salerno, e ottimamente connessi anche con l’hinterland. Ciò ci consente di poter soddisfare le richieste dei nostri clienti nazionali ed esteri in tempi rapidi.

Lo stabilimento si estende su una superficie complessiva di 16.000 mq, di cui 5.000 coperti destinati alla produzione e allo stoccaggio dei prodotti finiti e i restanti 11.000 scoperti con i serbatoi da 800.000 litri e i piazzali di movimentazione merci.

A questi serbatoi, se ne aggiungono altri dedicati agli oli bianchi farmaceutici e tecnici per oltre 150.000 litri.

Con una capacità di stoccaggio di circa 2 milioni di litri di prodotti lubrificanti e una potenzialità produttiva giornaliera di circa 80.000 litri, il sito produttivo è uno dei più moderni e funzionali impianti di blending e confezionamento di prodotti lubrificanti.

Confezioniamo i nostri lubrificanti nel nostro impianto completamente automatizzato dotato di 6 linee di riempimento per flaconi dai 500mL in su. Le tecniche di produzione all’avanguardia ed i sistematici controlli sia in fase di approvvigionamento che di miscelazione costituiscono la spina dorsale per standard qualitativi elevati e prestazioni costanti.

  • Capacità di stoccaggio di circa 2 milioni di litri di prodotti lubrificanti
  • Potenzialità produttiva giornaliera di circa 80.000 litri
  • Uno dei più moderni e funzionali impianti di blending e confezionamento di prodotti lubrificanti

LABORATORIO

Uno dei nostri punti di forza è rappresentato dal laboratorio interno di analisi chimico-fisiche attrezzato con le più sofisticate apparecchiature di analisi e controllo qualitativi. Tutte le basi e gli additivi acquistati, cosi come tutte le miscele effettuate nello stabilimento produttivo vengono sottoposti a minuziosi controlli ed analisi per attestarne le proprietà e garantire cosi che ogni prodotto rispecchi a pieno le specifiche dello stesso. Vengono effettuate anche diagnosi su antigelo, liquidi freni, oli bianchi, fluidi in servizio e lubrificanti usati.
Tra le molteplici analisi che il nostro laboratorio effettua, si possono annoverare:

La viscosità cinematica a 40°C e 100°C (ASTM D-7042):

La viscosità è una delle più importanti caratteristiche dei fluidi. Determina lo spessore di pellicola che si interpone tra i componenti da lubrificare e dà importanti indicazioni sullo stato del lubrificante durante il servizio. Un incremento della viscosità può indicare un deterioramento ossidativo dell’olio o una contaminazione da particelle incombuste e/o da metalli di usura. Un decremento può indicare invece una diluizione da combustibile. È quindi un parametro da tenere sotto controllo.

La densità a 15°C (ASTM D-4052):

La densità è una proprietà fisica fondamentale che può essere utilizzata insieme ad altre proprietà per caratterizzare sia le frazioni leggere che quelle pesanti del petrolio e dei prodotti petroliferi.

La determinazione della densità relativa è necessaria per la conversione dei volumi misurati alla temperatura standard di 15 °C.

La densità relativa o peso specifico è uno dei test di controllo di routine nelle fasi di miscelazione in AxxonOil. L’uso del densimetro digitale disponibile in AxxonOil permette di misurare la densità relativa non solo di prodotti petroliferi ma anche di antigeli e fluidi per i freni.

In combinazione con altri test, viene utilizzata anche per caratterizzare oli sconosciuti, poiché è correlata con la natura della fonte grezza del petrolio.

Il punto di scorrimento (ASTM D-97):

Il punto di scorrimento è la temperatura minima alla quale l’olio fluisce. Viene determinato raffreddando un campione preriscaldato a una determinata velocità ed esaminando le sue caratteristiche di scorrimento a intervalli di 3°C.

Per l’utente dei lubrificanti, il punto di scorrimento diventa rilevante quando le basse temperature sono tali da influenzare lo scorrimento dell’olio. In alcune applicazioni industriali, rappresenta un valore critico poiché identifica la temperatura minima di servizio dell’olio.

Per gli oli bianchi, il punto di scorrimento fornisce un mezzo per determinare il tipo di materia prima utilizzata per la raffinazione e la sua precedente storia di lavorazione. Riflette anche la presenza di cera o idrocarburi paraffinici.

Il numero di base totale o TBN (ASTM D-2896):

Il numero di base totale (TBN) è uno dei principali parametri per valutare la qualità di un lubrificante soprattutto sul lungo periodo.

Il TBN valuta la capacità di un lubrificante di neutralizzare gli acidi che si formano durante il processo di combustione. In definitiva rappresenta un parametro che ci dice quanto ancora potenzialmente vale la capacità del lubrificante di annullare gli effetti di tali acidi. Questo parametro è particolarmente rilevante per gli oli destinati alla trazione pesante viste le condizioni di servizio generalmente gravose in cui questi mezzi operano.

Affinché l’olio possa garantire la necessaria protezione delle parti su cui si trova a lavorare è fondamentale che il TBN, pur diminuendo nel tempo, si conservi su valori accettabili. Un calo del 50% del valore del TBN va considerato come un valore di cautela, indica che l’olio è prossimo alla fine del suo esercizio: a questo punto è necessario rabboccare o cambiare l’olio. Un calo del 75% è invece un limite critico che può comportare danni anche gravi.

Qualora invece il TBN fosse troppo basso le conseguenze possono essere anche molto gravi visto che alcuni elementi del motore potrebbero andare incontro a corrosione e/o morchia.

ASTM D-2896 è il metodo idoneo per determinare il TBN sia per gli oli nuovi che per quelli usati.  Questo metodo è stato utilizzato in studi che valutano la fine della vita utile dell’olio motore poiché il test è sensibile a bassi valori di alcalinità che non sarebbero facilmente rilevabili con altre metodologie.

Il Colore ASTM/ SAYBOLT (ASTM D-1500/ASTM D-156):

Il metodo ASTM D156 o scala di colore Saybolt è applicabile a prodotti raffinati che hanno un colore ASTM più chiaro di 0,5.  Questo metodo viene utilizzato per prodotti petroliferi leggermente giallastri ma a basso tenore di croma come olio minerale, cherosene, benzina, nafta, carburanti per aviazione, cere di petrolio bianco e oli bianchi farmaceutici.

Questa scala di colore va dal +30 al -16.  Gli oli minerali bianchi di grado farmaceutico che devono essere trasparenti e incolori (Saybolt +30).  Il grado di colore/trasparenza è una proprietà critica per gli oli minerali bianchi che li rende utili nelle loro numerose applicazioni cosmetiche, farmaceutiche, agricole, alimentari e industriali.

Invece, il metodo ASTM D-1500 o scala di colore ASTM viene applicato ai prodotti petroliferi più colorati come lubrificanti, additivi e oli base.  Si tratta di una scala cromatica che va da un giallo paglierino pallido ad un rosso intenso in sedici passi (0,5-8,0 unità in incrementi di 0,5). I comparatori visivi possono raggiungere una risoluzione di 0,5 unità, mentre gli strumenti automatici Lovibond® PFX e PFXi presenti nel laboratorio AxxonOil raggiungono una risoluzione di 0,1.

Il colore di un olio lubrificante non è sempre una guida affidabile alla qualità del prodotto e non deve essere utilizzato indiscriminatamente dal consumatore nella stesura delle specifiche per gli acquisti.

La viscosità a bassa temperatura Cold Cranking Simulator-CCS (ASTM D-5293):

Con il metodo ASTM D-5293 (Cold cranking viscosity o CCS) si determina la viscosità apparente degli oli motore e degli oli base mediante simulatore di avviamento a freddo (CCS) a temperature comprese tra -5 e -35°C.

Il metodo permette di simulare la viscosità dell’olio nei cuscinetti dell’albero motore durante l’avvio a freddo, ovvero uno dei requisiti specificato nello standard SAE J300 che definisce il grado di viscosità dell’olio. La viscosità CCS aiuta a definire la parte “W” o “invernale” di un olio multigrado. Così come per la viscosità cinematica, SAE J300 definisce intervalli obbligatori che devono essere soddisfatti: va dichiarato il livello “W” più basso raggiunto.

VISCOSITA APPARENTE MEDIANTE SIMULATORE DI AVVIAMENTO A FREDDO (CCS)
Grado di Viscosità a bassa temperatura SAE J 300 Massimo valore di viscosità (mPas) a bassa temperatura (°C)
0W 6200 @ -35
5W 6600 @ -30
10W 7000 @ -25
15W 7000 @ -20
20W 9500 @ -15
25W 13000 @ -10

La viscosità ad alta velocità di taglio e alta temperatura HT-HS (ASTM D-4683):

Le viscosità ad alta velocità di taglio ed alta temperatura sono rappresentative delle condizioni incontrate nei cuscinetti dei motori automobilistici ad alte prestazioni per garantire affidabilità ed efficienza nel consumo di carburante.

Il metodo ASTM D4683 determina la viscosità dinamica degli oli motore a 150 °C e la velocità di taglio 1×106 s-1 utilizzando un viscosimetro a cuscinetti conici (viscosimetro TBS) dotato di un raffinato sistema di termoregolazione.

La determinazione di viscosità ad alta temperatura e alta velocità di taglio ha consentito di stabilire limiti minimi di velocità di taglio per oli motore in condizioni di esercizio severe, che sono diventati parte della classificazione della viscosità dell’olio motore SAE J-300.

La spettrometria di emissione atomica al plasma accoppiato induttivamente ICP-AES (ASTM D-5185):

Mentre è in circolo, l’olio accumula depositi derivanti dall’usura e da contaminanti esterni.

La spettrometria di emissione al plasma permette rapidamente di individuare 22 elementi negli oli nuovi nonché i metalli di usura ed i contaminanti negli oli usati. Gli elementi più comunemente analizzati sono: Alluminio, Boro, Bario, Calcio, Cromo, Rame, Ferro, Manganese, Sodio, Potassio, Nickel, Fosforo, Piombo, Silice, Stagno, Zinco e Zolfo.

Quest’analisi determina la quantità di determinati additivi rimanenti nel lubrificante e quindi indicare la durata di servizio rimanente dell’olio.

Inoltre, AxxonOil usa l’ICP-AES anche durante la produzione degli oli lubrificanti per il controllo di qualità e la conformità alle specifiche di produzione e di settore.

Infine, elevate concentrazioni di metalli di usura possono indicare un’usura anomala o una contaminazione. Per questo motivo, questo metodo di prova può essere utilizzato per monitorare le condizioni di un macchinario e definire quando sono necessarie azioni correttive.

La spettroscopia infrarossa con trasformata di Fourier FT-IR (ASTM E-1252/ASTM E-2412):

La spettroscopia Infrarossa o IR è una tecnica spettroscopica di assorbimento normalmente utilizzata nel campo della chimica analitica e della caratterizzazione dei materiali liquidi, solidi e materiali in fasi di vapori.

L’analisi qualitativa dell’infrarosso ASTM E-1252 viene eseguita mediante l’identificazione del gruppo funzionale o il confronto degli spettri di assorbimento IR di materiali sconosciuti.  Questo metodo è utile per identificare a traverso la zona dei gruppi funzionali (3800-1300 cm-1) e la zona delle impronte digitali (1300 a 650 cm-1) la composizione dei lubrificanti, oli base e la identificazione di alcuni additivi.

Inoltre, è possibile valutare i cambiamenti chimici come l’ossidazione, la nitrazione e la solfonazione dei lubrificanti, il degrado degli additivi antiusura e la contaminazione da umidità, carburante, glicole e polvere mediante FT-IR secondo ASTM E-2412. In questo caso, vengono determinati gli spettri infrarossi (FT-IR) e valutati comparativamente gli spettri del lubrificante nuovo e usato e si identifica il tipo di degrado o contaminazione.

I risultati di ASTM E2412 possono essere combinati con il TAN (numero acido totale) per oli industriali ed il TBN (numero basico totale) per oli motori e dati di viscosità e forniscono conclusioni dettagliate ed estese sulla qualità dell’olio.

L’ analisi IR è ormai una routine nel Laboratorio AxxonOil. È veloce e fornisce risultati affidabili. Inoltre, dall’esame di uno spettro IR è possibile ottenere un’ampia quantità di informazioni sulla composizione molecolare del campione.

RICERCA E SVILUPPO

AxxonOil è impegnata nella ricerca e sviluppo continuo di nuovi lubrificanti tecnologicamente avanzati.

Nel nostro centro ricerche, si effettuato costantemente prove e rigorose analisi di laboratorio per ottenere prodotti d’avanguardia in grado di soddisfare le richieste dei sempre più sofisticati motori odierni.

Gli esperti tecnici della lubrificazione collaborano a stretto contatto con i maggiori produttori di veicoli, con i clienti e con il dipartimento di ingegneria industriale dell’Università di Salerno, per avere il quadro completo delle nuove tecnologie e dei requisiti di lubrificazione e per portare avanti ricerche incentrate anche sulla sostenibilità ecologica.

Distribuzione

Attraverso una vasta rete di vendita, AxxonOil è presente su tutto il territorio italiano. A livello internazionale, collabora con distributori in esclusiva.

Il supporto ai nostri partner commerciali è essenziale: per questo forniamo assistenza alle vendite personalizzata e prodotti specifici per rispondere al meglio alle esigenze dei diversi mercati e settori.

Omologazioni costruttori

I lubrificanti Xtreme superato le caratteristiche definite dalle principali case costruttrici mondiali. Diversi prodotti hanno infatti affrontano con successo i gravosi iter di prove motoristiche che gli hanno permesso di ottenere le omologazioni più prestigiose quali Mercedes-Benz, Volkswagen, MAN, MACK, Volvo, Renault.

I seguenti marchi o loghi delle case automobilistiche, utilizzati a puro scopo informativo, appartengono ai rispettivi proprietari o titolari e possono essere protetti da brevetti e/o copyright concessi o registrati dalle autorità preposte.

Certificazioni

AxxonOil ha ottenuto la Certificazione ISO 9001:2015 rilasciata da SGS. Il rispetto delle Norme internazionali ha permesso di attestare le attività di sviluppo e produzione di oli lubrificanti e prodotti chimici affini.

Approvvigionamento, progettazione, produzione, laboratorio, logistica e vendite: ogni processo aziendale viene costantemente sottoposto ad accurato controllo.

La soddisfazione del cliente riveste un ruolo centrale nel nostro Sistema di Gestione della Qualità.

La qualità per AxxonOil non costituisce un concetto astratto, ma parte delle azioni quotidiane di chi gestisce ed effettua la produzione. Per questo motivo investiamo continuamente in impianti d’avanguardia e sulla formazione del personale ad ogni livello aziendale, sviluppando la consapevolezza di quanto siano rilevanti le proprie attività, e perseguendo sempre il miglioramento continuo.